Controindicazioni - video -

Dal video è possibile capire gli effetti delle cure termali. Il fango usato negli stabilimenti termali   è un fango particolare: è l’associazione tra un’argilla bio arricchita, ricavata in maniera controllata dal fondo di due laghi termali situati nei colli Euganei, e l’azione potenziatrice e attivatrice dell’acqua termale.
Questa argilla, purificata e trattata, viene messa a riposare in apposite vasche per maturare.
Il fango viene incubato per due mesi in presenza di un flusso continuo di acqua termale a una temperatura di 85-87 °C. L’elevata temperatura nelle vasche di maturazione permette lo sviluppo dei componenti attivi tipici del fango termale e dell'argilla.
Durante questo processo si verifica una progressiva colonizzazione dell’argilla da parte di numerose microalghe (Diatomee e Cianoficee) e cianobatteri (Phormidium) presenti nell’ecosistema che caratterizza il Bacino Termale Euganeo. Proprio questo particolare processo permette di ottenere un fango termale arricchito del cianobatterio ETS-05 che produce sostanze glicolipidiche dotate di un’elevata attività antinfiammatoria, caratterizzate dall’assenza di effetti collaterali.