Cervicalgia - video -

La posizione della testa consente di mantenere l'equilibrio e di riconoscere il punto iniziale di un suono o rumore. Tuttavia, questa complessità spiega i motivi per cui spesso la colonna cervicale, che chiameremo "collo", fa male. Basta solo che una corrente di aria fredda colpisca il collo per irrigidire il muscolo e costringere le articolazioni a lavorare in maniera scomposta, provocando dolore. Ma la stessa cosa può accadere con il meccanismo inverso. Una colonna che lavora in modo incongruo, per esempio a seguito di trauma (il cosiddetto "colpo di frusta") o per un vizio di posizione conseguente ad uno strabismo o come risultato di una situazione lavorativa non fisiologica, come la prolungata permanenza al computer, può causare la contrattura muscolare riflessa, la cosiddetta “contrattura antalgica”, che è alla base di un circolo vizioso tra contrattura e il dolore che non ha praticamente mai fine.